un amore sepolto infondo al cuore by ExpectoPatronus
Summary:

''La sua voce diventava sempre più fragile e sussurrata verso dopo verso e tutta la sicurezza che aveva acquistato dopo lo scioglimento delle t.A.T.u. svanì parola dopo parola , venendo rimpiazzata da una fiamma che ardeva sempre più forte nel suo petto, facendo accelerare i suoi battiti e stampandole davanti un viso che lei non potrà mai scordare: i capelli neri corvini, i suoi occhioni azzurri e quelle labbra che ha baciato cosi tante volte che ormai erano la sua dipendenza.. una dipendenza a cui ha voluto rinunciare per sempre.''


Categories: t.A.T.u. Characters: Lena
Generi: Drammatico
Avvertimenti: Nessuno
Challenges:
Series: Nessuno
Chapters: 1 Completed: SƬ Word count: 1464 Read: 2028 Published: 19/11/2014 Updated: 19/11/2014
Story Notes:

Ho deciso di scrivere questa FF su Lena perchè spesso penso che tra lei e Julia ci sia sempre stato qualcosa oltre l'amicizia , ma che per cause esterne non hanno potuto vivere il loro amore..

la trovate anche su EFP e fatemi sapere cosa ne pensate! :3 accetto tutti i commenti negativi e sinceri <3 

un amore sepolto infondo al cuore by ExpectoPatronus

Roma, ore 23.35        13 novembre 2014

Lena e la sua band avevano appena terminato le prove e si sentivano carichi per il concerto che si sarebbe tenuto il giorno dopo.
Ognuno prese le sue cose e si diresse fuori, tutti tranne una persona
- Lena, noi andiamo a riposare, tu non vieni?- disse Sven
Lena lo guardò per qualche secondo
- No resto un po qui.. - abbassò lo sguardo
- tutto bene ?- Sven, preoccupato,si avvicinò a lei
Lena cercò di sorridere sembrando il più sincera possibile, cercando qualcosa da dire tra i suoi mille pensieri, qualcosa che non desse sospetti ..
- ho solo bisogno di star un po sola...per...scaricare l'adrenalina - sorrise di nuovo , riuscendo cosi a tranquillizzare Sven.

Cosi, pochi attimi dopo, la ragazza rimase da sola, al centro del palco, con le luci che creavano un atmosfera di penombra in ogni angolo .. adesso c'erano solo lei e i suoi pensieri che , da quando aveva messo piede a Roma, la tormentavano giorno e notte..
''cosa mi succede?perchè non sono ..felice?domani terrò un concerto, presentando il mio nuovo album da solista, dovrei sentirmi ..soddisfatta e realizzata..perchè invece mi sento cosi..vuota?'' ..queste parole le rimbombavano nella testa come bombe che esplodevano..

Lena decise di sedersi per tranquilizzarsi , si guardava attorno e vedeva sedie vuote di un tessuto rosso stile cinema, provava ad immaginarsi la folla che scalpitava per lei, per quella ragazza che per anni attendevano di vedere dal vivo, ma qualcosa le trafisse il cuore..qualcosa di bello, qualcosa che in passato aveva già provato insieme a quella persona che, poco tempo prima, era la sua collega e migliore amica: Julia.
Lena si alzò in fretta, toccandosi il cuore e stringendosi lievemente il tessuto della maglietta che lo copriva, il suo respiro si fece più intenso finchè si toccò le guancie e , a suo grande stupore, sentì le lacrime che lente le rigavano il viso.
- c..cosa mi sta succedendo?- alzò lo sguardo verso il soffitto come per cercar risposte e poi continuò , quasi singhiozzando
- non..non puo essere...- si inginocchiò a terra, con i palmi delle mani che premevano contro il pavimento freddo del palco, la testa chinata e le lacrime che , una dopo una, cadevano a terra, finchè stringendo il pugno nella sua mano battè contro il palco e urlò
- NON PUO' ESSERE!- un urlo pieno di rabbia e paura rimbombò nell'auditorium mentre il viso di Lena era ormai un fiume di lacrime misto a quel filo di trucco che fino a poco fa aveva.
Continuò a piangere senza domandarsi troppo del perchè non riusciva a calmarsi e a smettere di far cosi. In realtà Lena il motivo lo sapeva bene, ma qualcosa più forte di lei le impediva di ammetterlo sia a sè stessa che a tutti.

Qualche minuto dopo Lena trovò la forza di alzarsi e di asciugarsi le lacrime, usando la manica della maglietta.. i suoi occhi eran di un rosa intenso che risaltava lo splendore dei suoi occhi, poi guardò il microfono in mezzo al palco e, inconsapevolmente e senza sapere bene quello che stava per fare, si diresse al centro, mise una mano sul microfono quasi con timore, lo strinse leggermente, chiuse gli occhi e si mise a cantare un pezzo di All The Things She Said, non un pezzo qualsiasi, ma uno di quei versi che per lei significava tutto all'epoca e che significherà sempre :

And I'm all mixed up, feeling cornered and rushed
They say it's my fault but I want her so much
Wanna fly her away where the sun and rain
Come in over my face, wash away all the shame
When they stop and stare don't worry me
'Cause I'm feeling for her what she's feeling for me
I can try to pretend, I can try to forget
But it's driving me mad, going out of my head

La sua voce diventava sempre più fragile e sussurrata verso dopo verso e tutta la sicurezza che aveva acquistato dopo lo scioglimento delle t.A.T.u. svanì parola dopo parola , venendo rimpiazzata da una fiamma che ardeva sempre più forte nel suo petto, facendo accelerare i suoi battiti e stampandole davanti un viso che lei non potrà mai scordare: i capelli neri corvini, i suoi occhioni azzurri e quelle labbra che ha baciato cosi tante volte che ormai erano la sua dipendenza.. una dipendenza a cui ha voluto rinunciare per sempre.
‘'Julia...'' pensò Lena
'è tornato il suo pensiero e si è posato proprio dove temevo..'' appoggiò la sua mano sul cuore che sentiva pulsare perfino nelle sue tempie e nelle sue orecchie.
Ciò che più temeva era appena successo: i suoi sentimenti per Julia riaffioravano sempre di più
‘'come posso provare ancora qualcosa di positivo per una che mi ha trattato male, tradita e lacerato il cuore ?''
Lena sapeva benissimo che dopo tutto quel male che Julia le ha provocato, il suo cuore l'avrebbe amata senza confini né barriere, ma non poteva dimostrarsi debole davanti a lei, facendole capire che la voleva ancora..

FLASHBACK

-Lena ! sei solo una bambina viziata! Non ho piu nulla da condividere con te! Nulla! -
-Ah si??quando mai hai condiviso qualcosa con me? Te ne sei sempre fregata di me! -
-Wuooho! Finalmente Lenuccia è arrivata alla conclusione...io non ti ho mai amata tesoro, sei sempre stata un piacevole passatempo ..

FINE FLASHBACK

Questa fu l'ultima volta che si rivolsero la parola.. le parole di Julia la ferirono nel profondo e Lena presa da una forte voglia di urlare perchè invece per lei Julia significava più della sua stessa vita, riuscì solo a dirle che non la amava più, lasciando la stanza con passo veloce.

Ormai era mezzanotte a Roma e Lena giaceva seduta a gambe incrociate lasciandosi trasportare dal flusso dei suoi pensieri
‘' per ripicca a Julia ho sposato un uomo che nemmeno amo.. ho fatto sesso con lui senza provare niente, sentendomi sporca ogni giorno della mia vita.... Devo vivere nella menzogna più totale, reprimendo dei sentimenti che , al contrario di tutto questo, sono sinceri e puliti e il tutto solo perché nessuno della mia famiglia approverebbe una relazione con Julia.., ma dopo tutto è per questo che ci siamo lasciate no? perchè non volevo confessare al mondo intero il mio amore per lei... Julia è cosi.. sicura di sé e menefreghista del pensiero altrui, lei non capisce cosa possa significare per me essere depennata dai miei genitori, non essere più guardata in faccia da loro.. sono troppo religiosi per accettare la mia omosessualità.. anche io sono religiosa , ma l'amore è l'amore.. non è mica quello che vuole Dio?.. ‘' .. Lena sospirò ‘'..oh Julia, pensi davvero quelle cose? No..no.. impossibile.. il modo in cui ci guardavamo negli occhi, il modo in cui mi prendeva e mi tirava a sé per abbracciarmi, le lunghe notti di passione non possono esser state per lei solo un passatempo...Lena! Cazzo! Non devi pensare al passato! Svegliati! Ti ha detto che non ti ha mai amata e guardati! Sei ancora qui dopo anni a piangere come una bambina! ... si, forse Julia ha ragione .. sono una bambina che ha paura di vivere le proprie emozioni ..''

Per un attimo Lena smise di pensare, si alzò in piedi e guardando un punto fisso di fronte a lei prese un bel respiro

-Sono incinta di tre mesi e mezzo.... - una lacrima le percorse il viso mentre la sua mano accarezzava il ventre.. poi ,con voce rotta, proseguì
-Incinta di un uomo che non amo... - Lena abbassò lo sguardo, come se non riuscisse a guardare di fronte a sé per la vergogna
-Julia, amore mio, io ti amerò sempre.. - le lacrime scendevano copiosamente, inumidendole le labbra che facevano fatica a parlare

Lena non riusciva più a parlare, le labbra si erano come bloccate , sapeva che ciò che stava per dire sarebbe stata la fine: la fine delle t.A.T.u. , la fine per Lena e Julia.

-Addio per sempre Julia.. -

Le mani le tremavano nel pronunciare quelle fatidiche parole che l'avrebbero uccisa.. infondo Lena era già morta dentro, insieme a quel ‘'non ti amo '' di Julia, insieme allo scioglimento del progetto t.A.T.u. , insieme a quei ricordi che ormai erano lontani , consapevole che tutto ciò che con Julia aveva passato non si sarebbe più ripetuto..

Si diresse infine verso la porta e, prima di chiuderla, si voltò un'ultima volta come se stesse guardando il suo passato, fece un sorriso nostalgico e poi chiuse la porta dietro di se pronunciando
-..la fine delle t.A.T.u. ...la fine di Lena e Julia ..stavolta per sempre -

E cosi Lena si avviò, lasciando i ricordi dentro l'angolo più remoto del suo cuore, nella speranza che un giorno possa trovare la forza di essere ciò che è sempre stata :
L'ANIMA GEMELLA DI JULIA

 

End Notes:

fatemi sapere cosa ne pensate cosi saprò se continuare a scrivere o fermarmi xD un abbraccio 

Questa Fiction è archiviata in http://www.tatu-ff.net/viewstory.php?sid=148